Dichiarazione d’intenti

Elezioni politiche 2018   

                                              DICHIARAZIONI D’ INTENTI      

QUADRO SINOTTICO DEL PROGRAMMA ELETTORALE INTEGRATO A QUELLO APPROVATO DAGLI ISCRITTI CERTIFICATI ,  FERMA RESTANDO L’ OSSERVANZA AL CODICE DI COMPORTAMENTO , AL VINCOLO DI MANDATO E AL PROGRAMMA PENTASTELLATO .                   Sintesi in 5 punti :

  • SOSTEGNO AL POPOLO DI SOTTO che è parte integrante del sistema delle disuguaglianze e delle esclusioni sociali crescenti , rappresenta l’ 8.2 % della popolazione italiana , ca. quattro milioni e ottocentomila cittadini indigenti ( fonte ISTAT 2016 ) .
  • SUPPORTO ALLO STATO SOCIALE inteso come capitale economico umano , sociale e naturale , costituisce il fattore produttivo che migliora il parametro economico collettivo ed al contempo garantisce la coesione sociale e relazionale ( fonte : Gerhard Ritter , esperto in welfare – state ) .

Il loro finanziamento è garantito in tempi ragionevoli * dalla soppressione delle consulenze nella pubblica amministrazione che sono affidate dalla politica tradizionale  e non a soggetti esterni alla P. A. , sono stimate in un miliardo e 190 mila euro ( fonte : relazione 2015 di Madia al Parlamento ) , **dalla sospensione graduale delle  locazioni passive stimate in 12 miliardi per singolo anno a fronte di un patrimonio immobiliare pubblico del valore di 368 miliardi ( fonte Cottarelli 2016 ) e ***dalla riduzione drastica del numero delle Società Partecipate Pubbliche  da ca. diecimila a ca. mille con un risparmio di tre miliardi ( fonte : Cottarelli 2016 ) .

  • APPLICAZIONE DEL METODO MERIT SYSTEM negli incarichi e nei concorsi pubblici di ogni tipologia ad opera di Agenzie esterne alla P. A.  accreditate dall’ U E , rinnovabili ogni tre anni.  I dipendenti pubblici di vari ruolo e profilo e i manager aspiranti alle Alte cariche dello Stato sono scelti unicamente dalle Agenzie.

Alla politica compete unicamente il  ruolo primario di ascolto dei bisogni della collettività e di poi legiferare .

  • RIVISITAZIONE DELL’ ASSISTENZA OSPEDALIERA INTEGRATA A QUELLA TERRITORIALE : INTENSITA ‘ DI CURA E COMPLESSITA ‘ ASSISTENZIALE . La proposta di legge avanzata dal sottoscritto è consultabile dal 26.3.2017 nel sistema operativo Rousseau , sezione Lex Iscritti.
  • SANITA’ NEGATA : il rapporto Censis-Rbm maggio 2017 recita che nel 2016 dodici milioni e duecento mila Italiani hanno rinunciato e / o rinviato le prestazioni mediche polispecialistiche a causa delle ristrettezze economiche perduranti dal 2017 .

La proposta :  implementare in tempi brevi strutture sanitarie polivalenti in territorio salernitano  , le cosiddette “ LE CASE DELLA SALUTE “  , peraltro previste in via sperimentale dalla Legge Finanziaria 2007  .

Sono presidi sanitari dell’ area elementare subdistrettuale corrispondenti ad un bacino di 5-10.000 abitanti da allocare in manufatti comunali non utilizzati o  nei presidi ospedalieri sottoutilizzati ( reparti comunitari , distinti da quelli ospedalieri , gestiti dai medici di famiglia coadiuvati dai medici ambulatoriali dei distretti ) . Rappresentano le sedi pubbliche ove trovano allocazione , in uno stesso spazio fisico , i servizi territoriali che erogano prestazioni sanitarie pluridisciplinari . Sono garantiti la continuità clinico-diagnostico-terapeutica H 24 X 7 gg. , il primo soccorso , l’ ospedale di comunità e tanto altro .